Nel corso della giornata a tutti noi capita di reagire a ciò che ci accade con ansia, paura, tristezza, piuttosto che rabbia o vergogna. Questi sentimenti hanno una funzione importante, ed in alcuni casi ci aiutano ad affrontare meglio i problemi quotidiani. Ad esempio una certa dose di ansia prima di affrontare un esame, un colloquio o anche una sfida sportiva, fa si che la nostra prestazione migliori rendendoci più vigili e più pronti dal punto di vista fisico.

A volte però le emozioni (ansia eccessiva, depressione, rabbia ecc..) sono troppo intense o durature da impedire ad una persona di avere buoni rapporti con gli altri, di realizzarsi nel lavoro e di trarre soddisfazione dalla vita di tutti i giorni. In questi casi un’attenta valutazione psicologica ed un eventuale aiuto professionale possono aiutare le persone ad uscire in maniera relativamente veloce, da pericolosi circoli viziosi.

La psicologia negli ultimi decenni ha assunto la veste di scienza a tutti gli effetti. Attualmente l’efficacia degli interventi psicologici e psicoterapici viene valutata secondo gli stessi rigorosi criteri utilizzati in ambito medico. Gruppi di ricerca internazionale si occupano di esaminare l’utilità dei vari trattamenti esistenti per la cura delle problematiche psicologiche, ricercando le prove che ne dimostrino l’efficacia. In questa maniera si tutela l’interesse del cliente a cui viene offerto non un trattamento qualunque, ma quello che ha dimostrato nei fatti, di essere il migliore.

studio2

Il nostro approccio alle problematiche psicologiche si fonda sui risultati della ricerca scientifica, che hanno mostrato l’esistenza di una stretta connessione tra pensieri, emozioni e comportamenti dell’uomo. In altre parole molti dei nostri problemi sono mantenuti in vita da ciò che facciamo e pensiamo nelle varie situazioni quotidiane.

Modificando pensieri e comportamenti nel presente e’ quindi possibile liberarci da problemi che ci affliggono da una vita.

Questo non facile obiettivo può essere raggiunto utilizzando:

1. Il metodo cognitivo che ha lo scopo di aiutare ad individuare e correggere i pensieri negativi (cognizioni) che spesso accompagnano e sono causa di emozioni spiacevoli (dolore, sconforto, paura).

2. Il metodo comportamentale, che ha lo scopo di modificare i comportamenti fonte di sofferenza e di aiutare il cliente ad imparare nuovi modi per affrontare le situazioni problematiche.

3. L’Ipnosi consiste in una modificazione dello stato di coscienza, che permette di concentrarsi su se stessi facendosi guidare dalle sensazioni di rilassamento del proprio corpo. Tale tecnica può dare grandi vantaggi nel superare ansie, blocchi e insicurezze creando nuovi schemi di riferimento, stimolando e ritrovando le risorse e i punti di forza del soggetto. Con l’ipnosi, si acquisisce la consapevolezza necessaria per il proprio riequilibrio psicologico, emozionale ed affettivo.

Il nostro modo di intervenire è:

Centrato sul problema: cliente e psicologo lavorano insieme per trovare soluzioni concrete ai problemi fonte di disagio, cercando d’individuare i motivi per i quali questi si mantengono.

Breve: raramente l’intervento supera le 30/40 sedute come nel caso di attacchi di panico e depressione. Alcune problematiche come la maggior parte dei problemi sessuologici richiedono non più di 15 incontri. Generalmente le sedute durano circa un’ora ed hanno frequenza settimanale.

Attivo: il cliente lavora anche e soprattutto al di fuori della seduta, per mettere in pratica le strategie apprese durante la consulenza, con esercizi da compiere a casa.

Scientificamente validato: numerosi studi ne hanno dimostrato l’efficacia in termini di riduzione dei sintomi. Nel caso di alcuni problemi come la depressione ed i disturbi ansiosi, e’ risultato efficace quanto i farmaci ed addirittura più utile di questi nel prevenire le ricadute.

Non farmacologico: non e’ previsto l’utilizzo di farmaci anche se, in alcuni casi e per brevi periodi, questi possono essere somministrati dal medico per facilitare l’intervento.